Post più popolari

lunedì 16 novembre 2015




La CUPOLA ROSATA è la probabile testimonianza dell’esistenza di un abitato proprio sulle sponde del torrente Patrì, portata alla luce con gli scavi del 1989. Il suo ritrovamento, sotto una coltre di fango, ha fatto ipotizzare un antico insediamento proprio sul greto del fiume.
La cupola è stata identificata con l’antica chiesa dedicata a San Bartolomeo  e   potrebbe  trattarsi del più prezioso reperto superstite della città di Rodhis, Solaria, Artemisia. sommersa dalle acque del torrente durante l’alluvione del 1582.
Gli strati superiori della vecchia chiesa rispecchiano l’archeologia medievale, quelli inferiori, a livello del pavimento, l’archeologia tardo classica.
La chiesa di forma cilindrica e'  sormontata  da una cupola a sesto ribassato.  La tecnica della malta e dell’intonaco mostrano la datazione paleocristiana. Non vi è altare interno ed è orientata con la porta verso nord.




Posta un commento